Salvatore Vicidomini
Architetto – Fondatore

è nato a Napoli, vissuto e cresciuto a Monte di Procida, dopo aver conseguito la maturità scientifica presso il Liceo Polispecialistico di Bacoli si iscrive alla Facoltà di Architettura di Napoli, dove si laurea al corso triennale in Scienze dell’Architettura con lode e dignità di pubblicazione presentando una tesi in Progettazione Architettonica per un isola ecologica a Monte di Procida, seguito dal Prof. Arch. Sandro Raffone. Ammesso all’Accademia di Architettura di Mendrisio, in Svizzera, frequenta il master in Progettazione Architettonica guidato, durante il primo anno di specializzazione, da Franz Oswald e Valerio Olgiati. Tra il primo e il secondo anno di specializzazione compie un anno di pratica professionale ad Asuncion, in Paraguay, presso il “Gabinete de Aquitectura” di Solano Benitez. Tornato in Svizzera frequenta l’ultimo semestre con l’architetto Walter Angonese e si Laurea in Architettura con Mario Botta presentando una tesi per una Stazione Ferroviaria a Londra. Tornato in Italia, nella sua città natale, ed ottenuta l’abilitazione alla professione, inaugura lo studio “manuarino_architettura+design”.

 

Isabel Pugliese
Grafico – Fondatrice

è nata ad Harrisonburg negli Stati Uniti, cresciuta a Monte di Procida in provincia di Napoli, si è laureata in  Disegno Industriale con una tesi in Comunicazione Visiva presso la S.U.N. Attiva nel campo del graphic e product design come freelance, collabora con lo studio “manuarino_architettura+design” dal 2011 e grazie all’ottimo lavoro di squadra lo studio amplia la propria offerta di servizi e diventa manuarino_architettura, design e comunicazione. I suoi progetti si caratterizzano per essenzialità e funzionalità integrando eleganza e semplicità dei segni e delle forme.

 

Fabrizio Arpaia
Architetto

è nato a Napoli nel 1986. Da sempre interessato ai processi dell’architettura in tutte le sue forme, si è laureato in Progettazione Architettonica presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, con una tesi sulla Rigenerazione e la riqualificazione urbana del quartiere Agnano-Bagnoli di Napoli, proponendo una sperimentazione di soluzioni innovative con tecnologie avanzate e sostenibili che porta alla definizione di un nuovo modello urbano. Appassionato di storia urbana e numismatica. Ha collaborato attivamente con l’INBAR (Istituto Nazionale di Bioarchitettura) sezione di Napoli, facendo parte della segreteria scientifica e organizzativa, e con diversi studi di progettazione operanti sul territorio partenopeo. Ai suoi interessi è collegata la sperimentazione progettuale condotta attraverso la partecipazione ad alcuni concorsi di progettazione.
Collabora con lo studio manuarino dal 2018 come Architetto progettista.

 

Ainhoa Samaniego García
Designer d’interni

nasce a Salamanca, Spagna, nel 1995. Fin da piccola si appassiona all’arte in tutte le sue discipline.
Studia interior design presso la Escuela de Arte y Superior de Diseño de Zamora. Durante gli studi si trasferisce ad Amsterdam dove inizia la sua esperienza lavorativa.
Successivamente, tornata in Spagna, conclude gli studi presentando una tesi di riqualificazione architettonica progettando uno spazio multifunzionale per desinger all’interno di un edificio storico in disuso.
Ottenuta la laurea si trasferisce a Napoli, dove collabora con lo studio manuarino dal 2019.

 

Antonella Feraco
Architetto

nata a Maratea nel 1990, cresce e consegue la maturità classica a Lauria. Si trasferisce a Roma dove, dopo aver ottenuto la laurea triennale presso la facoltà di architettura La Sapienza, prosegue gli studi all’università di Roma Tre. Con la supervisione dei docenti E. Pallottino e P. Porretta, si laurea in Progettazione Architettonica presentando una tesi sul restauro del parco archeologico del colle Oppio di Roma di Raffaele de Vico.
Dopo la laurea inizia a collaborare con studi di architettura romani fino al 2019, quando vince una borsa di studio presso la Fondazione FRI di Bologna che le permette di frequentare il corso di Architettura per la moda seguito da Giuseppe Zampieri, partner di David Chipperfield Architect, ampliando le sue competenze in interior design, allestimento e brand communication. Si trasferisce a Napoli nel 2020 dove inizia la collaborazione con lo studio manuarino.

 

Raffaele Merone
Ingegnere Edile

nasce a Napoli nel 1994, vissuto e cresciuto a Bacoli, dopo aver conseguito la maturità scientifica si iscrive al Dipartimento di Ingegneria Civile Edile Ambientale della Federico II dove si laurea al corso di laurea magistrale in Ingegneria Edile Architettura con lode e menzione speciale della commissione. Presenta una tesi in Disegno dell’Architettura e in Costruzioni Idrauliche che ha come tema il serbatoio terminale dell’Aqua Augusta Campaniae, Piscina Mirabilis. Nel 2020 è abilitato alla professione di Ingegnere.
Il suo lavoro di tesi viene pubblicato ed è vincitore di due premi: il Premios Juan Manuel Raya presso l’Università La Laguna di Tenerife e il premio presso la Fondazione Ing. Lino Gentilini di Trento. Riceve altresì il premio di studi destinato ai laureati presso i Dipartimenti di Eccellenza nell’anno accademico 2019/2020 stanziato dall’Università Federico II di Napoli.
Partecipa a diversi concorsi vincendone uno nel 2018  per la progettazione del museo della cultura a Matera con il progetto “MaterMATERA” e arrivando come finalista nel 2021 al concorso di idee “WWF Observation Cabin” organizzato da YAC – Young Architect Competition con il progetto “Rural Infrastructure”.
Dal 2021 collabora con lo studio manuarino.

 

Eliana Staiano
Architetto

è nata a Vico Equense nel 1988, si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II” con una tesi in progettazione architettonica e urbana dal titolo
“Luoghi infiniti nel Vasto. 11 hub per una strategia di trasformazione condivisa”. Il progetto propone interventi puntuali sullo spazio pubblico del quartiere napoletano, esplorando il possibile ruolo dell’architettura in luoghi di conflitto. Lavoro di tesi con cui vince il primo premio al nono concorso internazionale per studenti ; i-Rec IATROGENESIS Disrupting the status quo: Resisting disaster risk creation.  
Nel 2019, Presso la Fondazione FRI di Bologna frequenta il corso di architettura per la moda con la supervisione Giuseppe Zampieri, partner di David Chipperfield Architect, esperienza con cui consolida i suoi interessi per l’ interior design e l’allestimento. Collabora con studi napoletani e partecipa a concorsi di architettura come progettista e architectural visualizer, nel 2021 inizia la collaborazione con lo studio manuarino.

 

Alejandra Enriquez De Salamanca
Architetto

Nata a Madrid, Spagna, nel 1992, vissuta e cresciuta a Valladolid, dove si laurea in Architettura con lode presentando una tesi in “Leggibilità dei Monasteri di Castilla y León. Monastero di Santa María de la Sierra”, seguito dal Prof. Dott. Javier Perez Gil. Durante la laurea magistrale frequenta il terzo anno presso l’Università di Valencia in Spagna,  il quarto anno partecipa al programma Erasmus presso il  Politecnico di Milano e termina i suoi studi vincendo una borsa per il progetto AMIDILA che le consente di seguire il quinto anno presso l’Università Nazionale del Litorale in Argentina. Con la supervisione dei docenti Arch. Emilio Tuñón e Arch. Antonio Juárez, conclude il Master in Progettazione Architettonica presso l’Università Politecnica di Madrid, presentando una tesi sulla riqualificazione del centro storico di Cadiz in Spagna, il cui obiettivo è l’adattamento delle architetture al progressivo invecchiamento della comunità.
Durante e dopo il suo periodo formativo collabora con studi di architettura a Valladolid e Madrid fino al 2019, quando si trasferisce a Londra, dove collabora per tre anni con lo studio internazionale di architettura PLP Architecture.
Si trasferisce a Bacoli, Napoli nel 2021 dove inizia la collaborazione con lo studio manuarino.