Lumìna

Oggetto vincitore del concorso concorso di idee per la progettazione di un gadget per la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco indetto da Opera Pia Purgatorio ad Arco O.N.L.U.S. ai fini della promozione del complesso museale della chiesa stessa.

Il progetto è un portacandele in carta che viene venduto “smontato”. È stato pensato in questo modo per dislocare l’idea comune di gadget e collocarla nella sfera dell’esperienza e della sensazione. Costruirsi il proprio portacandele  è una romantica conquista su tre livelli: cognitivo, gestuale e tattile. Questo oggetto riprende, in ogni sua singola parte, il culto presente nella chiesa-museo conosciuta anche come “chiesa d’e cape ‘e morto”poiché vengono conservati alcuni teschi, i teschi delle anime pezzentelle che poggiano su cuscinetti porta fede adornati da pizzi e merletti. Metaforicamente, questo cuscino, viene rappresentato dal porta candela stesso su cui viene stampato il merletto stilizzato in modo da riprendere le mattonelle presenti nelle nicchie. Così come la candela posta al centro è metafora dell’anima per cui si prega. Infine, come i fedeli lasciano un messaggio di preghiera nelle nicchie dell’ipogeo, così riportiamo una delle testimonianze su una delle facce del portacandela.

 

Progetto in collaborazione con la designer Francesca Di Francia

 

Date

31 marzo 2016

Category

Design

Tags
candle, Design, Naples, Packaging, paper